15 commenti su “Miti

  1. meraviglia che sei
    questi tuoi versi sono talmente viscerali, toccanti, pulsano… è un’anima sensibile, genuina, la tua,
    e questo tuo incedere, seppur fragile, cela un’incredibile forza, vitalità

    un sorriso e un abbraccio

  2. Grazie, mi conforti … scrivere in un blog necessita di coraggio, sopratutto quando manca la spinta esibiizionista, ma ne vale la pena, si conoscono tante belle persone, anche solo attraverso scambi verbali scritti e si impara tanto, tantissimo anche solo leggendo le loro considerazioni
    grazie ancora
    ti abbraccio 🙂

  3. Ho osservato a lungo il quadro digitale che accompagna le tue parole.
    Avvertivo inquietudine…. la mia. L’immagine d una nascita mi ha un po’ smarrita…. poi quel movimento di inspirazione espirazione mi ha suggerito una chiave di lettura :)… che naturalmente rimane la mia, non pretende di essere quella giusta.
    Il Nulla che avvolge la vita, diventa essa stessa Vita , proprio nel movimento ritmico che segnala la vita e grande è il nostro sforzo, a premiare un impegno, per rompere la quotidianità che ci accompagna e, alcune volte, soffoca. Seppure essa rimanga necessaria…

    Un abbraccio
    Francesca

  4. Francesca, sai percepire, si speravo che arrivasse da te un senso che valicasse il mio orizzonte …

    c’è anche tutta la mia di inquietudine.
    Per una condizione non vissuta, ma che pesantemente, come per tutte le donne ha condizionato la mia vita.
    La maternità, come mito questo ho voluto esplorare, come condizione raccolta in una idea, incorniciata, stereotipata, cui si guarda con rispetto tanto da allontanarla dalla vita … e chi non la vive ne fa i conti … come di inadeguatezza a quell’icona irraggiungibile.

    Tempo fa avevo letto uno scritto di Borges che raccontava una percezione della Maria dei cristiani, la sua condizione di madre umana e non divina, scippata del suo diritto ad essere madre “normale! Poi ho incontrato questo bellissimo testo di Savina, dove un altro punto di vista esplora una maternità imposta, irrinunciabile, che atrofizza le ali.

    Sono infinite le prospettive da cui guardare questo mito e non tutte danno quel pasto buono che tutti chiediamo per vivere …

    Il tuo senso ora … la vita come impulso che prescinde l’icona … che genera se stessa e se compresa diventa a sua volta madre, madre di pensieri di ponti mentali, di essenza che si trasmette … in fin dei conti l’eredità che possiamo lasciare non può che essere questa.
    Questo senso valica l’orizzonte del non fatto, non detto, non vissuto per abbracciare quello del fai, esprimi, muoviti, trasmetti … vivi.

    🙂 bello!

    • Ecco il perché della mia inquietudine, davanti a quella immagine! Condividiamo la condizione di non aver generato, una similarità emozionale che ha valicato il freddo mezzo virtuale.
      Esatto… la vita che genera se stessa. Per me il Nulla non è un’assenza o, peggio, una mancanza (come credo anche per te), per me il Nulla è tutto quel che mi avvolge ma non c’è, è quel vuoto che non ha bisogno di essere riempito per avere significato… il Nulla sono io, io sono il Nulla.
      La maternità sofferta di Savino a mio avviso è metafora dell’imposizione che il vivere spesso impone… una rotellina di un meccanismo che non conosciamo e che non sappiamo gestire…
      Grazie 🙂

  5. Cara Anna, i tuoi versi sono belli ma carichi di dolce amarezza. I miiti come le favole coinvolgono sempre ma spesso lasciano il tempo che trovano
    Concepire non è sempre essere Madre.
    Essere Madre è soprattutto Amare davvero, e per far questo basta avere un cuore ricco di quel seme che è l’amore

    Grazie, l’immagine mi ispira molto assieme ai versi di Savina Dolores
    Abbraccione
    Mistral

  6. Due espressioni, la tua e quella di Savina, entrambe cariche da incontrovertibile certezza:
    Il Dolore con la “D” maiuscola. Avrei molto da dire sulla maternità imposta, questo per esperienza personale, ed è perciò che dissento dal punto di vista della pur bellissima poesia di Savina, e non è il commento uno spazio adatto ad esprimermi, troppe le cose da dire…
    Un caro abbraccio
    frantzisca

    • Carissima,
      una D che sto integrando … ed ora mi appare una a una doppia n ed un’altra a …
      vera e reale più del mito che mi incombeva

      felice di leggerti Frantzisca
      un abbraccio forte

  7. …io sono padre, ma non ho generato…e forse comprendo quella condizione non vissuta, più affidandomi ad un pensiero razionale che al cuore, perchè il cuore mi parla di un’altra storia, di una storia vera, che non dipende da un microscopico pesciolino che conteneva una vaga idea di me plasmata in eliche contorte… e comunque se ci pensi si torna al discorso delle convenzioni, quello che viene reputato norma per la vita di chiunque…e che quando ci penso mi sembra comunque una orribile costrizione…

    Bellissima la poesia…
    Buon fine settimana.
    Andrea

    • Andrea, grazie per il tuo intervento.

      si torna hai ragione … e sono molti gli aspetti che spesso limitano il fluire armonico della vita, quanto ci perdiamo stupidamente cercando di aderire “educati”

      Buon fine settimana anche a te … tra i tuoi alberi, beato
      anna

  8. Versi importanti, che sembrano certificare un’esclusione, una diversità terribile eppure illuminata.
    Mi hai fatto venire in mente l’incipit di una poesia di Angeli Maria Ripellino:
    “Se ento, cambiano subito discorso,
    io canna odorosa di una lontana estranìa……”
    🙂
    Ciao

    • ciao,
      non conosco quell’autore, ho cercato sulla rete, mi procurerò qualcosa di più, interessante!

      grazie per il tuo commento, riconoscente!

      si …

      un sorriso 🙂

    • grazie marta,
      amo moltissimo anche io Savina, le sue parole mi parlano moltissimo ..

      ti riconfermo anche qui il mio piacere nell’aver scoperto il tuo spazio
      un sorriso
      anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...